La carezza del mostro

La carezza del mostro

I Sette Regni, 8

L’agente della CIA Asahi Tanaka è alla ricerca di risposte all’enigma di ciò che accadde a suo nonno. Il suo viaggio lo porterà in un mondo parallelo legato a un lascito rimasto sepolto per decenni e lo condurrà dall’unica persona in grado di catturare il suo cuore: l’Imperatrice dei Mostri…

Scarica qui sotto:

Books:

Amazon Stores:

Blurb:

L’agente della CIA Asahi Tanaka è cresciuto ascoltando suo nonno che gli raccontava di un reame misterioso dove magia e mostri esistono davvero. La sua ricerca di risposte lo riporta a Yachats, Oregon, la sua dimora d’infanzia. La sua personale indagine su una serie di sparizioni porta a una svolta nel caso e lui si ritrova in un mondo bizzarro, ma stranamente familiare.

Nali, Imperatrice dei Mostri, è disposta a tutto per proteggere le creature affidate alle sue cure. Quando uno dei suoi favolosi cervi di mare si spiaggia, gravemente ferito, lei scopre che l’ultimo degli organismi alieni giunti sul suo mondo è arrivato nel suo regno. La ricerca dell’alieno porta a una scoperta inaspettata: un altro visitatore, questa volta proveniente dalla Terra!

Un viaggio periglioso alla ricerca del malefico alieno porta Nali e Asahi attraverso l’Isola dei Mostri, conducendoli a una scoperta che modifica i loro punti di vista e li spinge a rivalutare il loro ruolo nell’universo. La magia che scoppia fra questi due guerrieri provenienti da mondi diversi basterà a distruggere la minaccia, o uno di loro dovrà sacrificarsi per salvare non solo i Sette Regni, ma anche la Terra?

Teaser/Excerpt:

“Chi sei?” domandò con voce brusca.

“Asahi Tanaka,” rispose lui.

Nali deglutì e tacque mentre si squadravano guardingamente a vicenda. Con lentezza, passò di nuovo lo sguardo sull’uomo. Aggrottò la fronte nel notare l’impugnatura ingioiellata di un pugnale che questi portava alla vita. Era la lama di uno stregone.

“Cosa ci fai sulla mia Isola, Asahi Tanaka?” domandò Nali.

“Cerco risposte,” replicò l’uomo.

Il cipiglio di Nali si accentuò. Ai visitatori era proibito viaggiare fuori dalla capitale senza permesso esplicito. La regola esisteva per garantire tanto la loro sicurezza quanto quella degli abitanti. Troll, goblin e… Beh, c’era un lungo elenco di indigeni che avrebbero potuto costituire un pericolo per i viaggiatori impreparati. Quali risposte poteva cercare laggiù uno stregone?

Dopo un momento di riflessione, Nali giunse alla conclusione che c’era un solo motivo per cui uno stregone poteva trovarsi così a nord e così in profondità nella foresta. Stava cercando il minerale magico che i goblin estraevano e forgiavano.

“Non troverai risposte qui,” disse all’uomo che stava in piedi rigido a qualche passo da lei. Sibilò per lo stupore quando l’uomo si protese verso di lei, le circondò la vita con le braccia e la trascinò a terra. Fece per afferrargli il polso, ma poi si rese conto di non essere il bersaglio del pugnale che questi aveva in mano. La lama del pugnale si scaldò fino a diventare bianca e vibrò mentre tranciava il lungo tentacolo nero che aveva infilzato il vuoto dove lei si trovava fino a un istante prima.

Nali rotolò fino a trovarsi sopra Asahi. La sua carne si trasformò in pietra. Le sue ali emersero dalla schiena e lei le allargò per coprire entrambi mentre il tentacolo mozzato si dissolveva attorno a loro. Sollevò le braccia, proteggendo la testa di Asahi, e premette la fronte contro quella dell’uomo, protendendo i sensi verso l’esterno per percepire l’attacco successivo dell’alieno.

Si fissarono a vicenda negli occhi mentre passavano i secondi. I loro respiri si mescolarono mentre il silenzio si protraeva. Sotto le ali di Nali, Asahi le infilò una mano oltre il bacino e fino alla schiena. Lei voltò la testa quanto bastava per vedere i fiocchi di cenere che cadevano attorno a loro.

Also in the series

Related Posts

Leave a reply

Your email address will not be published.